Pale gommate, un macchinario fondamentale per la cantieristica

  • Autore: Salvatore Panetta
  • 02 nov, 2017
pala caricatrice

Le pale gommate – così chiamate perché montate su pneumatici, e dunque in grado di muoversi su strada come su terreni sterrati – o pale caricatrici, sono uno dei mezzi maggiormente impiegati nella cantieristica e più in generale nelle operazioni di movimento terra.

Si differenziano dagli escavatori per il fatto di presentare caratteristiche meccaniche maggiormente orientate verso il trasporto e decisamente meno verso lo scavo vero e proprio. Più precisamente le pale gommate possono farsi strada attraverso materiale già smosso (ad esempio cumuli di terriccio già sollevato dal suolo), ma presentano delle difficoltà nel rimuovere dei materiali compattati.

Come sono fatte le pale caricatrici?

Alla maniera degli escavatori, le pale gommate si compongono di una carrozzeria che sostiene il mezzo nella sua interezza, una cabina dove prende posto il manovratore e un braccio idraulico con una benna alla fine.

Le benne delle pale gommate sono solitamente molto capienti: il loro compito infatti è essenzialmente quello di trasportare via il materiale sollevato; dunque possono permettersi di sacrificare una consistente percentuale di ergonomia per privilegiare la capienza e l’attitudine a sostenere pesi considerevoli.

Ovviamente anche questi mezzi sono disponibili sul mercato in una grande varietà di taglie e misure, a seconda delle esigenze.

Settori d'applicazione

L’impiego più ovvio di questi mezzi è naturalmente la cantieristica, sia essa edile o stradale.

Più in generale, ovunque ci siano grossi quantitativi di terra o altri materiali da spostare e/o da eliminare, si tende a fare un utilizzo abbastanza diffuso delle pale gommate. Ad esempio, negli ultimi anni questo mezzo è divenuto, suo malgrado, un emblema della resistenza dell’uomo contro le catastrofi naturali, come terremoti o inondazioni.

La testimonianza più significativa, in tal senso, risale ai recenti eventi sismici che hanno colpito il Centro Italia, subito dopo i quali le pale gommate hanno rivestito un ruolo fondamentale nel riportare un minimo coefficiente di vivibilità e abitabilità nelle zone interessate dal fenomeno. Il loro impiego massiccio nelle operazioni di rimozione di macerie e detriti è stato determinante per fare in modo che le popolazioni colpite dal sisma si riappropriassero nel più breve tempo possibile del loro territorio.

Un mezzo per ogni esigenza

Presso la ditta Over Calabra di Marcellinara, in provincia di Catanzaro, è possibile scegliere entro un ampio parco mezzi le pale gommate più adatte ai vostri scopi.

Tutti i mezzi in dotazione sono collaudati e revisionati, e garantiscono i più alti standard di performance.
Autore: Salvatore Panetta 02 nov, 2017

Le pale gommate – così chiamate perché montate su pneumatici, e dunque in grado di muoversi su strada come su terreni sterrati – o pale caricatrici, sono uno dei mezzi maggiormente impiegati nella cantieristica e più in generale nelle operazioni di movimento terra.

Si differenziano dagli escavatori per il fatto di presentare caratteristiche meccaniche maggiormente orientate verso il trasporto e decisamente meno verso lo scavo vero e proprio. Più precisamente le pale gommate possono farsi strada attraverso materiale già smosso (ad esempio cumuli di terriccio già sollevato dal suolo), ma presentano delle difficoltà nel rimuovere dei materiali compattati.

Autore: Salvatore Panetta 02 nov, 2017

Il mini escavatore è una macchina utilizzata per il movimento terra in qualsiasi tipo di cantiere, da quello stradale a quello edile.

Come suggerisce il nome stesso, la differenza principale rispetto agli escavatori propriamente detti risiede nella stazza del mezzo, parametro che ovviamente si riflette nella potenza dello stesso, e soprattutto nella capacità di movimento terra per ogni singolo affondo del braccio meccanico su cui è montata la benna.
Autore: Salvatore Panetta 18 ott, 2017

Un escavatore è un mezzo a dir poco essenziale per tutti i lavori che riguardano la cantieristica in generale e il movimento terra in particolare.

Per essere più precisi, cantieri a parte, gli escavatori sono ampiamente impiegati:

  • in ambito minerario, per la rimozione in un tempo ridotto di grosse quantità di terra, roccia e detriti nel corso degli scavi;
  • in archeologia, per riportare alla luce reperti sepolti;
  • nelle operazioni militari, per lo scavo di trincee.

Attualmente non esiste un mezzo in grado di garantire un movimento terra rapido ed efficace come l’escavatore.

Autore: Salvatore Panetta 18 ott, 2017

Con il termine edilizia convenzionata, si intende una forma di joint-venture tra pubblico e privato che attiene al settore edile: in poche parole, gli enti pubblici appaltano determinati lavori – generalmente finalizzati alla soddisfazione di un pubblico interesse di rilevanza sociale, ad esempio l’edilizia popolare – ad aziende private, in ossequio ad accordi prestabiliti che i contraenti sono tenuti a rispettare.

Il fine di tali convenzioni è quello di snellire i tempi dei lavori di interesse pubblico, garantendo al tempo stesso al committente (a sua volta pubblico, e quindi sovvenzionato dai soldi dei contribuenti) la massima ottimizzazione delle proprie risorse finanziarie.

In altre parole, l’obiettivo di un ente pubblico è quello di selezionare l’azienda in grado di offrire un lavoro dagli standard qualitativi adeguati al costo più conveniente.

Ragionando per macro-categorie, esistono almeno due tipologie di edilizia convenzionata: quella sovvenzionata e quella agevolata.
Autore: Salvatore Panetta 21 giu, 2017
Utilizzare macchinari edili comporta la conoscenza di procedure e di tecnologie che possono causare danni per se stessi e per gli altri. Per questa ragione i principali enti e le associazioni di categoria organizzano a cadenza periodica specifici corsi di formazione per operatori di questo genere di attrezzature, in modo tale da poter ricevere una formazione teorica e pratica in merito al loro funzionamento per svolgere il lavoro in modo ottimale.
Autore: Salvatore Panetta 05 mag, 2017
Per le aziende edili che ogni giorno devono affrontare spese di bilancio e di gestione, scegliere tra comprare o affittare i macchinari edili per svolgere la propria attività diventa oggi più che mai di fondamentale importanza per ottimizzare il proprio business.
Autore: Salvatore Panetta 18 apr, 2017
La tecnologia ibrida sta conoscendo negli ultimi anni una diffusione sempre più capillare, non solo all’interno del comparto dell’automotive, ma anche nel settore dei macchinari da costruzione e agricoli. Per ibrido, di norma, si intende un veicolo dotato sia di un motore a scoppio, sia di un propulsore elettrico, che ha impatto zero a livello di emissioni in atmosfera.
Share by: